Ai Pioppi un parco divertimenti fatto a mano

Ai Pioppi un parco divertimenti “fatto a mano” sul Montello

Lo chiamano “Gardaland dei poveri”. Io credo invece che siano due cose differenti, entrambe divertenti. Questa famiglia italiana cominciò la sua attività con un ristorante nel giugno ’69 vendendo solo vino e salsicce. Per attirare più clienti, il signor Bruno cominciò a costruire alcune giostre con le sue stesse mani… credette che ai bambini il posto sarebbe piaciuto così tanto da chiedere ai loro genitori di ritornare – ed ecco fatto!

 

rff

Quest’uomo (che adesso ha 78 anni) costruì qualcosa come 45 attrazioni da solo e ne ha molte altre in mente: tutte le giostre non necessitano di energia elettrica (spende solo 90 € l’anno!), si tratta propriamente di giostre ALIMENTATE DALL’UOMO. Costruite e azionate.

 

Gustate il vostro pranzo o la cena mentre i vostri bambini giocano in quest’area divertimenti nei boschi.

Il sabato e la domenica, da fine marzo a novembre Ai Pioppi è aperto dalle 3 alle 7 di sera e tutto il giorno nel mese di agosto.
Potete bere qualcosa o mangiare, l’unica cosa che non dovete fare è portarvi il cibo da casa.
Il cibo qui è semplice ed economico: panini con soppressa locale che costano circa 2€, una bistecca piccola 5€, baccalà o lumache 8€. Potete rilassarvi e sedervi a sorseggiare una birra, prendere un caffè, chiacchierare con i vostri amici e i vostri bambini – o i bambini dei vostri amici- non vi daranno mai fastidio. Promesso!
So che per voi sarà impossibile credere che le persone vengano qui a proprio rischio e pericolo: è un parco privato e non dovete pagare nulla per entrare. In ogni caso, nessuno, in 45 anni, si è mai fatto male, quindi siate certi che non si tratta di un luogo pericoloso.

 
Nel 2014 hanno avuto quasi 50.000 visitatori da tutto il mondo e non solo bambini – quindi cogliete l’occasione di venire, una domenica pomeriggio, dopo aver assaggiato del buon vino!
Così, come l’altro locale Osteria Senza Oste, abbiamo nel nostro territorio persone geniali che fortemente credono nei loro sogni, come disse William Arthur Ward (fumettista che collaborò con Disney): “se puoi immaginarlo, puoi farlo”!

 

OH SI! Come to Italy, abbiamo delle emozionanti esperienze per voi!

 

ff

Google+

Author: alessia

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>