Sicilia fuori stagione

Levanzo

Levanzo

Sicilia fuori stagione, qualche giorno di ottobre in fuga dal Nord già’ freddo e noioso . Un ottobre questo fuori dal comune, lo dicono anche i siciliani , con quasi 30 gradi in un’estate che io in Veneto non ho nemmeno mai visto quest’anno.

Trapani e’ carina, pulita, c’e’ bella gente , tanti giovani per strada il venerdi sera. L’accoglienza e’ un punto forte, i siculi sanno come farti sentire bene. Dal noleggio auto al piccolo bed&breakfast la cortesia e’ quasi eccessiva. Il vino ottimo.

San Vito lo Capo , il secondo giorno, un piccolo paese tranquillo con un mare caraibico. Si mangia un cous cous al pesce eccezionale, ma sulla cucina non si scherza in Sicilia . Dall’arancino preso al volo in una panetteria alla cena di pesce e’ tutto fatto bene, con amore.

La chicca pero’ che questa volta mi ha riportata in un altro tempo e’ l’isola di Levanzo. Due bar, un hotel, fine. L’hotel Paradiso ha una terrazza sul mare che ti inchioda , il bar Arcobaleno sforna della cosucce da stella Michelin … le pizzette fritte, gli arancini, i cannoli sono da competizione. Il tempo in questi posti riprende il suo scorrere, lento, corretto, ovattato quasi . La semplicità della gente che raggiunge quest’isola e’ garanzia del turismo che la caratterizza: sicuramente chi viene a Levanzo non cerca niente, non ha bisogno di locali, di mode, di mostrarsi. La notte ho dormito con la finestra sul mare spalancata, la luna sbirciava dentro , la brezza calda dal mare creava un capitolo di un romanzo da vivere. Forse io sono troppo romantica, provate voi !

In questa Sicilia fuori stagione ho approfittato del mare, che mantiene sempre le promesse , limpido, caldo, da cartolina. La riserva dello Zingaro l’avevo già’ visitata , Erice anche, i templi anche . Avevo avuto quella volta poca predisposizione per parlare con i siciliani. E parlano tanto , quanto parlano ! E s’impicciano, addirittura ero con la mia fiat Stilo targata TP in attesa al sole , mi si avvicina un signore e mi dice : perché’ non ti metti laggiù’ all’ombra che soffri meno ? L’ho guardato come fosse un marziano , ma la marziana ero io.

Avranno difetti, come tutti , ma hanno ancora il calore che noi del nord, oppure io chissa’, abbiamo perso talmente lentamente e progressivamente da non accorgercene nemmeno .

Quindi andate in Sicilia fuori stagione, anche solo per qualche giorno , con qualsiasi temperatura, qualcosa che vi resterà’ dentro per sempre lo trovate!

 

Google+

Author: alessia

Share This Post On

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>